Innovation &
research project

I-REACT

Improving Resilience to Emergencies through Advanced Cyber Technologies

Tecnologie semantiche per la gestione delle emergenze e la prevenzione dei disastri naturali.
Social media, smartphone e dispositivi indossabili per la prevenzione e la gestione dei disastri naturali nel progetto internazionale H2020 I-REACT Improving Resilience to Emergencies through Advanced Cyber Technologies.

Ha preso il via a giugno 2016 il progetto triennale del valore di 6,5 milioni di euro finanziato dalla Commissione europea per la creazione di un sistema di prevenzione e controllo dei disastri in tempo reale.
Entro il 2018 realizzeremo una piattaforma in grado sfruttare le tecnologie già oggi a disposizione per raccogliere e analizzare molteplici fonti dati e generare informazioni in tempo reale su alluvioni, incendi, terremoti e altre calamità naturali.

Il capofila del progetto I-REACT è l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino. Collaborano 20 partner europei, tra cui centri di ricerca, organizzazioni internazionali come l’UNESCO, enti pubblici, piccole e medie imprese.

Oltre a collaborare a tutti gli altri task del progetto, CELI è il leader dei due task “Linked Data and Semantic structure” e “Social Media Data Engine”. Ci occuperemo perciò dell’architettura semantica del sistema, che utilizzerà i linked data, e dell’analisi dei social media (tra cui Twitter e gli altri social network, i blog e i forum).

L’uso delle tecnologie di CELI, tra le quali il Natural Language Processing, consentirà il rilevamento e la comprensione in tempo reale dei messaggi inviati nei canali del web riguardanti gli eventi climatici rilevanti e le emergenze, integrandole nella piattaforma I-REACT.

I-REACT è un progetto europeo della call security di Horizon 2020, il nuovo Programma Quadro Europeo per la ricerca e l’innovazione. Di primaria importanza è il ruolo ricoperto dall’Italia che, oltre a coordinare il progetto attraverso l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino – centro di eccellenza nazionale per le tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni – è presente con il Politecnico di Torino, la Fondazione Bruno Kessler, CELI, JoinPad e CSI Piemonte.

Oltre a questi, gli altri partner che contribuiranno a portare I-REACT sul mercato al termine dei tre anni – rispondendo così ai requisiti della Commissione in termini di sostenibilità a lungo termine – sono: Geoville, Eoxplore, Terranea, Alpha Consult, UNESCO, Finnish Meteorological Institute, Meteosim, Bitgear, Ansur, Technical University of Vienna, Scienseed, Aquobex, Answare, Joint Research Centre of the European Commission.

Contattaci per una demo






Autorizzo il trattamento dei miei dati personali secondo la normativa sulla privacy ai sensi dell’Art. 13 D.LGS 30/06/2003, n.196 e ai sensi del D.lgs. 196/2003 e successivi