From data
To meaning

Il benessere scolastico è un requisito fondamentale per vivere serenamente l’esperienza formativa. CELI collabora con Save the Children e Fondazione Giovanni Agnelli nell’ambito del progetto “Fuoriclasse in Movimento”.

Da 100 anni, Save the Children lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro. In Italia, dal 1999 Save the Children porta avanti importanti progetti di educazione, salute e nutrizione, protezione, contrasto alla povertà, diritti e partecipazione.

“Fuoriclasse in Movimento” è una rete di oltre 160 scuole nata nel 2017, con l’obiettivo di prevenire la dispersione scolastica attraverso il protagonismo degli studenti, la didattica inclusiva, la valorizzazione della comunità educante. Da Trieste a Bari, da Trento a Palermo, istituti scolastici di tutte le regioni italiane partecipano al progetto attraverso la realizzazione dei Consigli Fuoriclasse: percorsi di consultazione gestiti da rappresentanze di docenti e studenti volti a individuare soluzioni condivise e a concretizzare un’azione di cambiamento stabile nella scuola. I rappresentanti migliorano la scuola concentrandosi su spazi scolastici, didattica, relazioni tra pari e con gli adulti, collaborazione con il territorio. Si calcola che circa 20.000 studenti verranno direttamente coinvolti nel progetto durante il triennio 2017-2020: una cifra importante, che va ad aggiungersi al numeroso gruppo di persone che, ogni giorno, lavora per il diritto allo studio e crede nei valori di questo progetto.

CELI Fuoriclasse in movimento Save the Children

Grazie all’impegno congiunto di Save the Children, dirigenti scolastici, personale docente – e, ovviamente, grazie al prezioso contributo dei bambini – si riesce a scattare una significativa fotografia di quanto c’è da fare per migliorare il benessere scolastico. CELI ha contribuito al progetto realizzando l’analisi e la classificazione semi-automatica delle risposte ai questionari sottoposti agli insegnanti nelle scuole. I dati ricavati dalle risposte ai questionari sono uno strumento utile per lavorare sulla riduzione della dispersione scolastica, per aumentare il benessere scolastico e migliorare l’esperienza scolastica di tutti i bambini.

CELI è orgogliosa di aver preso parte ad un progetto di questa portata: non solo da una prospettiva tecnica, ma anche per le tematiche affrontate. Non capita spesso di lavorare a progetti con tematiche e contesti così coinvolgenti. Sapere di aver dato un piccolo contributo a un progetto che sostiene il “diritto all’infanzia”, si impegna in ambito educativo e contrasta la dispersione scolastica ci fa molto piacere.