From data
To meaning

ULTRASENSES è un incontro per riflettere sull’impatto dell’Intelligenza Artificiale sulla creatività: cosa succede quando le macchine imparano ad essere creative?

Nel programma della Italian Tech Week, il più grande evento italiano dedicato all’ innovazione, mercoledì 26 giugno, dalle 11 alle 13 presso la Sala Diamante dell’ AllegroItalia Golden Palace di Torino, CELI e Ultraspazio organizzano un confronto su quanto l’ Intelligenza Artificiale possa incidere sulla creatività (e viceversa). Sarà l’occasione per interrogarci e discutere su quale impatto abbiano le tecnologie odierne sullo spazio, declinato in vari aspetti: quello fisico, quello percettivo, quello lavorativo e quello cognitivo.

Apre e modera l’incontro il nostro CEO Vittorio Di Tomaso, che dà il via al dibattito parlando dello scenario delle macchine creative, interrogandosi sulla natura dei modelli generativi: sono creativi o no? E’ forse arrivato il momento di smentire l’osservazione della matematica e scienziata Ada Lovelace, che sosteneva: “Il compito e lo scopo della macchina analitica è quello di aiutarci a rendere disponibile ciò che già conosciamo”?

A seguire, Luca Morena di Next Atlas illustra in che modo l’ Intelligenza Artificiale, grazie alla computer vision, abbia la capacità di anticipare i trend (specialmente nel settore moda); Luigi Cavallito di Seeds&Chips ci guida nel mondo della tecnologia usata nella filiera alimentare, sottolineando il ruolo fondamentale dell’ Italia nel settore; Andrea Agostini, ricercatore e docente di informatica musicale, approfondisce i temi della composizione autoriale e della musica autogenerata.

Nicola Martinelli di eFM discute di ecosistemi innovativi capaci di sostenere ambienti integranti spazi, tecnologie e persone per rendere ogni giorno migliori le esperienze abitative e lavorative; Federico Parolotto di MIC – Mobility In Chain espone i cambiamenti nella viabilità e nei sistemi di trasporto delle Smart Cities; Massimo Di Braccio di KKIENN presenta una ricerca inedita che indaga come la contrapposizione tra Naturale/Artificiale sia vissuta nella popolazione e come un suo superamento culturale possa creare nuove, solide basi per lo sviluppo della tecnologia.

Interviene all’evento anche Silvia Rosa Brusin, conduttrice e vice caporedattore RAI del Tg Scientifico “Leonardo”, che racconta il delicato ruolo del giornalista scientifico, il cui compito è raccontare la scienza e la tecnologia, ma senza tralasciare lo storytelling tipico del mondo giornalistico.

L’ingresso è gratuito e si ottiene cliccando qui. Chi non potrà essere presente fisicamente all’evento avrà l’opportunità di seguire la diretta streaming, trasmessa sulla pagina Facebook di Ultraspazio a partire dalle ore 11.

ULTRASENSES Creatività Artificiale