From data
To meaning

CELI partecipa alla conferenza italiana di linguistica computazionale, CLiC-IT 2017.

A Roma dall’11 al 13 dicembre si svolge CLiC-IT 2017, la quarta conferenza italiana di linguistica computazionale, organizzata dall’Associazione Italiana di Linguistica Computazionale (AILC), di cui CELI è socio e promotore. La conferenza è il punto di riferimento per i ricercatori, non solo italiani, che lavorano in questo campo. CLiC-IT, infatti, raccoglie i risultati migliori delle ricerche originali che riguardano tutti gli aspetti del Natural Language Processing sia scritto che parlato.
All’evento partecipano aziende, ricercatori e studenti di discipline diverse, tra le quali le scienze cognitive, il Machine Learning, le Digital Humanities, evidenziando la necessità di competenze interdisciplinari per misurarsi con la complessità del linguaggio.

Oltre ad essere gold sponsor dell’evento, CELI partecipa alla conferenza con il paper di ricerca “Gimme the Usual – How Handling of Pragmatics Improves Chatbots” di A. Bianchini, F. Tarasconi, R. Ventaglio e M. Guadalupi in cui viene affrontato il tema della pragmatica nei chatbot e il perché del suo ruolo cruciale.

Tra gli speaker invitati alla conferenza spiccano Marco Baroni, che ha lavorato per molti anni all’università di Trento (Center for Mind/Brain Sciences) e dal 2016 è ricercatore presso Facebook AI Research (FAIR); Rada Mihalcea, linguista computazionale e docente all’Università del Michigan (Computer Science and Engineering department); Yoav Goldberg, ricercatore della Bar-Ilan University (Computer Science Department) che ha lavorato anche presso Google Research, esperto di machine learning per il natural language processing.

Il programma dettagliato dei tre giorni di convegno si trova nel sito di CLIC 2017.

Tags: , , ,