From data
To meaning

L’Intelligenza Artificiale sta cambiando il mondo dei media e della TV

L’Intelligenza Artificiale (AI) cambierà il modo di guardare la TV ed il mondo dei media, coinvolgendo la produzione, la gestione e la fruizione dei contenuti. Il 2017 è stato certamente l’anno nel quale abbiamo raggiunto l’apice delle aspettative legate all’AI: dovremmo quindi iniziare a vedere le effettive applicazioni nel mondo del broadcasting.

Comandi vocali

La qualità dei sistemi di Voice Recognition è migliorata notevolmente nel giro di poco tempo: la tecnologia di Google è arrivata al 95% per la lingua inglese nel Maggio del 2017. Basti pensare che nel 2013 la qualità di riconoscimento si assestava intorno al 75%. Del resto, la qualità del riconoscimento vocale è la “porta di accesso” agli speaker attivati via voce ed anche il più sottile cambiamento nella qualità fa una differenza enorme tra un device e l’altro.

Amazon sta stringendo accordi con i maggiori operatori via cavo americani per integrare Alexa all’interno dei decoder e consentire quindi agli utenti di “dialogare” liberamente con la propria TV, attivando con comandi vocali tutte le attività che possono essere svolte: accensione, spegnimento, cambio dei canali, scelta del contenuto, del genere di un film o degli attori. Dish, operatore indiano via satellite, sarà il primo a dare ai propri abbonati questa possibilità.
Esistono anche TV dotate di “telecomando vocale”: premendo un pulsante è possibile attivare i comandi vocali. Ma il futuro della TV è una esperienza “hands-free” e quindi senza l’ausilio di un qualsivoglia strumento, se non la propria voce.

 

Produzione di contenuti

Il nuovo Echo Show di Amazon, Echo Dot dotato di schermo video, sta cambiando, almeno negli Stati Uniti, il modo di accedere ai contenuti.
Hearst Communication si sta cimentando con la produzione di contenuti interattivi specifici per Alexa e Google Home, tra cui delle citazioni di Oprah Winfrey, famosa presentatrice americana. L’idea del brand è quella di catturare l’attenzione degli utenti di questi nuovi device, consentendo loro di accedere a contenuti inediti.
“Pensiamo che il contenuto attivato dalla voce e hands-free diventerà sempre più importante nel lungo termine” sostiene l’Executive Director di Hearst. “L’industria dei media attribuisce un enorme valore a customer experience ed engagement: stiamo pertanto assistendo alla proliferazione di skills per Alexa che vanno in questa direzione”, gli fa eco Steve Rabuchin, Vice Presidente di Amazon Alexa.

Inoltre, CNBC, Bloomberg, CNN, NBC, People Magazine producono già contenuti specifici per ECHO show (video flash briefings, clips, ecc).

Sistemi di raccomandazione

Dal 2014 Netflix dichiara di utilizzare algoritmi di Intelligenza Artificiale per migliorare le raccomandazioni dei film presenti sulla sua piattaforma. In generale i sistemi di raccomandazione si basano su due approcci principali:
1) Collaborative filtering: basato sulla raccolta ed analisi di grandi quantità di informazoni sui comportamenti, attività e preferenze degli utenti, cercando di prevedere cosa piacerebbe loro in base alla similarità con gli altri utenti.
2) Content filtering: basati su una descrizione attraverso keyword dell’oggetto (il film) e sulle preferenze dell’utente espresse in passato sui contenuti
Gli approcci ibridi, che mixano diversi algoritmi hanno dimostrato di essere più efficienti nella predizione delle preferenze degli utenti.

In questo ambito, la definizione di Personas che combinino dati del cliente, informazioni attitudinali e comportamentali e dati testuali derivanti da fonti diverse (log di ricerche, feedback lasciati sui social media, conversazioni di contact center, commenti a survey di soddisfazione) consente di rendere tali approcci molto più sofisticati.

Audience engagement con i chatbot

I chatbot possono essere impiegati con successo per l’audience engagement. Negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, le interfacce conversazionali vengono utilizzate per:

  • Gestire le opzioni di voto degli ascoltatori su diversi canali (Skype, Telegram, Facebook Messenger, WeChat)
  • Mantenere l’interesse su determinati show tra le diverse stagioni, per esempio attraverso quiz sulle stagioni passate
  • Fornire informazioni su una determinata news e fornire risposte alle FAQ (BBC lo ha introdotto per esempio Brexit).

L’Intelligenza Artificiale sta davvero iniziando ad essere pervasiva e a coinvolgere settori ed ambiti sempre diversi. La seconda parte del 2017 porterà probabilmente innovazioni anche in Europa nel mondo del broadcasting. Per l’Italia, ci sarà probabilmente ancora da attendere.

Tags: ,